Istituto Istruzione Superiore Rita Levi-Montalcini Acqui Terme

Istituto Istruzione Superiore

Rita Levi - Montalcini

Acqui Terme

Visita in Thales Alenia Space  e Altec di Torino

Il 28 marzo, le classi 5I e 5G, ad indirizzo elettronico dell’IIS “Rita Levi Montalcini” di Acqui Terme, si sono recati in visita presso il polo spaziale torinese, accompagnati dai docenti Brusasco Claudia, Mercurio Marco e Campisi Corrado. La visita è durata tutta la mattinata, sia inThales Alenia Space che in Altec. La prima rappresenta un’azienda leader nell’ingegnerizzazione ed assemblaggio dei sistemi satellitari e delle infrastrutture orbitanti. Dalla navigazione alle telecomunicazioni, dalla meteorologia al monitoraggio ambientale, dalla difesa e sicurezza all’osservazione e scienza, l’azienda è impegnata in tutti i più importanti progetti della filiera aerospaziale europea e mondiale. La seconda, ALTEC – Aerospace Logistics Technology Engineering Company – è il centro di eccellenza italiano per la fornitura di servizi supporto delle operazioni e dell’utilizzazione della Stazione Spaziale Internazionale, oltre al supporto operativo e di sviluppo delle missioni di esplorazione planetaria. Gli studenti, hanno iniziato la loro visita partendo da Thales proseguendo poi in Altec. L’Ing. Casacci di Thales, ha accompagnato gli studenti in una visita ai laboratori dove si realizzano i moduli della Stazione Spaziale Internazionale, filo conduttore della visita, che rappresenta il più̀ grande progetto di infrastruttura orbitante nella storia dell’uomo. Al suo sviluppo lo stabilimento torinese, ha dato un contributo fondamentale, realizzando numerosi moduli della “casa orbitante”. Tra i progetti-simbolo ci sono i tre MPLM (Multi-Purpose Logistic Module), i moduli logistici per il trasporto merci ed esperimenti da e per la ISS utilizzati in sinergia con la NASA durante il programma Space Shuttle. Da notare, a tale proposito, che uno di essi, il modulo Leonardo, è stato rimodernato ed allestito per una maggiore permanenza in orbita ed oggi, al termine del programma Shuttle, continua la sua vita operativa come modulo permanente PMM (Permanent Multi-Pourpose Module) agganciato alla ISS.  Altri fiori all’occhiello delle attività̀ torinesi, sono il Laboratorio europeo Columbus per le ricerche in microgravità̀; i moduli ATV (Automated Transfer Vehicle), sistemi logistici automatici con carichi massimi di rifornimenti e materiali per gli astronauti fino a 7.300 chilogrammi; i NODI 2 e 3, elementi che connettono tra loro i moduli pressurizzati della “casa orbitante”, e la CUPOLA, uno speciale osservatorio per consentire agli astronauti a bordo della Stazione di manovrare il braccio robotico canadese durante le operazioni  di assemblaggio dei moduli. Thales Alenia Space realizza inoltre i moduli cargo pressurizzati (PCM) per la navetta di rifornimento Cygnus, ed è “Prime Contractor” per i dimostratori di rientro IXV ed Expert per conto dell’ESA. Infine partecipa alla realizzazione del modulo di servizio della capsula spaziale della NASA Orion, il nuovo veicolo per l’esplorazione dello spazio con equipaggio umano. In Altec, le classi quinte sono state accolte dal dott. Navone che con molta disponibilità ha mostrato diverse zone operative dell’azienda. Il Mission Support Center (MSC) è l’elemento qualificante di ALTEC come centro di terra dedicato alle attività di supporto real-time (ossia in collegamento diretto) alle operazioni di missione.  Il Centro ALTEC è parte del segmento di terra nazionale che l'Agenzia Spaziale Italiana ha implementato per il supporto alle attività relative al programma Stazione Spaziale Internazionale. La Neutral Buoyancy Test Facility (NBTF) permette di simulare i movimenti tipici di un ambiente a ridotto valore di gravità. L’impianto è utilizzato per l’ottimizzazione dei progetti dei Moduli Abitati della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) così come permette di sviluppare e verificare le operazioni di volo e l’addestramento degli Astronauti sia con simulazioni di attività all’interno dei moduli (IVA) sia all’esterno (EVA). Un’altra area estremamente interessante è rappresentata dal Mars/Moon Terrain Demonstrator (MMTD) dove vengono simulati alcuni aspetti del terreno Marziano. Questo dimostratore è stato sviluppato nell’ambito del programma STEPs presso le strutture di ALTEC, e viene utilizzato per le prove di veicoli e degli atterraggi sul terreno marziano. Ed infine le aree delle “Camere Pulite” dove si considerano le specifiche aree tecniche denominate, più rigorosamente, come “Green Room” e “Clean Room”. Questi ambienti, in cui vengono svolte le attività di integrazione e test di sistemi di volo, sono caratterizzate da dati di temperatura, umidità e pulizia dell'aria e dell'ambiente controllati e tenuti in limiti predeterminati. La visita ha suscitato molto interesse tra gli studenti dell’istituto Levi-Montalcini, che ringraziano i responsabili delle due Aziende per la grande opportunità offerta loro di visitare eccellenze italiane nel settore spaziale.


Pubblicata il 11 aprile 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Approfondisci