Istituto Istruzione Superiore Rita Levi-Montalcini Acqui Terme

Istituto Istruzione Superiore

Rita Levi - Montalcini

logo Pon

Acqui Terme

L’I.I.S. RITA LEVI MONTALCINI A “LA CITTÀ dorata 4.0”#futuraValenza #

                                                                                                                   intestazionevalenza

Coinvolte le scuole superiori della Provincia di Asti e Alessandria nell’iniziativa nazionale “La città dorata 4.0”, l’innovazione digitale per la valorizzazione delle attività locali

 

Da mercoledì 26 a venerdì 28 settembre alcuni allievi dell’Istituto di Istruzione Superiore “RITA LEVI-MONTALCINI”, hanno partecipato al progetto didattico nazionale declinato a livello territoriale e promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca denominato “CIVIC HACK”, il primo Hackathon civico delle scuole delle province di Asti e Alessandria, interamente dedicato alle sfide del territorio, una tre giorni dedicata al gioiello, all’arte e alla moda per rilanciare il settore produttivo sfruttando le potenzialità del digitale.

Il CIVIC HACK è stata una vera e propria maratona progettuale (Hackathon) durante la quale studentesse e studenti, provenienti da alcuni Istituti Scolastici del secondo ciclo delle province di Asti e Alessandria, con l’aiuto di mentor, esperti e ricercatori, hanno lavorato insieme con l’obiettivo di contribuire alla crescita e al futuro sostenibile di un territorio che sta cercando nuove potenzialità di rilancio e di sviluppo. L’iniziativa si è svolta a Valenza ed ha coinvolto gruppi di studentesse e studenti delle scuole secondarie di secondo grado delle province di Asti e Alessandria.

Il CIVIC HACK è parte integrante dell’evento nazionale “La città dorata”, uno dei 24 appuntamenti nazionali di #FuturaItalia, promossi dal MIUR nel 2018, dedicati alla Scuola digitale. L’iniziativa didattica e formativa si è articolata  in workshop, laboratori didattici, proiezioni, “vetrine tecnologiche”, musica e arte digitale.

L’I.I.S. RITA LEVI-MONTALCINI ha partecipato con 15 studentesse e studenti, suddivisi tra CivicHack Valenza, Future Zone – Area Buone Pratiche e Premio Scuola Digitale.

Gli allievi del corso Elettronica-Automazione hanno vinto la fase provinciale del Premio Scuola Digitale con il progetto BlindHerperToolkit, che da alcuni anni applica tecnologie digitali innovative nella progettazione e realizzazione di ausili tecnologici per non vedenti, open source e a basso costo. Pensati per un utilizzo scolastico da parte di docenti e studenti non vedenti, questi dispositivi sono sviluppati con  la collaborazione dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e IRIFOR. Il premio consiste in 1500 euro destinati all’acquisto di dotazioni informatiche e digitali. Il prossimo appuntamento è a Torino per la fase regionale piemontese.

L’area buone pratiche - Future Zone ha offerto agli studenti  acquesi l’opportunità di esporre al pubblico, insieme ad altri istituti delle due province, i progetti di innovazione digitale sviluppati negli ultimi anni dalla nostra scuola, tra questi hanno riscosso notevole interesse la stampante 3d e la serra automatizzata e controllata via Internet mediante wi-fi.

L’HACKATHON

L’hackathon è una competizione di durata variabile che, a partire da una tema principale, propone delle sfide ai suoi partecipanti, i quali, organizzati in gruppi eterogenei per provenienza da scuole diverse, hanno il compito di affrontarle, ricercando e progettando nuove soluzioni, modelli, processi o servizi innovativi. Gli hackathon civici, come Civic Hack Valenza, sono costruiti intorno a sfide, problemi e opportunità di sviluppo a livello urbano e/o territoriale.

Per tutte le studentesse e gli studenti è stata un’esperienza di grande valore perché hanno avuto l’opportunità di apprendere strumenti e metodologie innovative di co-progettazione, di condividere la loro visione di società e di futuro lavorando in gruppi di lavoro non omogenei, sia per provenienza che per indirizzo scolastico, di esporre al termine della due giorni le proprie idee e soluzioni dinanzi ad esperti ed esponenti del mondo delle Istituzioni, dell’Università, delle organizzazioni internazionali e dell’associazionismo.

Questi i numeri dell’evento:

7000 presenze nei tre giorni.

870 docenti partecipanti alla formazione

1283 tra studenti, docenti e cittadini presenti a conferenze sul tema dell’imprenditoria, del digitale e del futuro della gioielleria valenzana

296 bambini coinvolti nei workshop sulla robotica

120 studenti impegnati in hackaton (maratone progettuali) sui temi del lusso della moda e del futuro dell’oreficeria di valenza.

25 progetti presentati al Premio Scuola Digitale

Sono stati tre giorni intensi, bellissimi, pieni di incontri, conferenze, competizioni, spettacoli che hanno visto la partecipazione e l’entusiasmo di tantissimi studenti e docenti.

Un GRAZIE a chi ha reso possibile l’enorme successo di #FuturaValenza, a tutti coloro che si sono occupati dell’organizzazione e in  particolare alla dirigente, dottoressa Sara Caligaris che ha sostenuto e incoraggiato la nostra partecipazione all’evento.


Pubblicata il 02 ottobre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.